Diverse People Friendship Togetherness Connection Aerial View Concept

La Costituzione della Repubblica Italiana sancisce il diritto all'Assistenza Sociale:


“I lavoratori hanno diritto che siano preveduti ed assicurati mezzi adeguati alle loro esigenze di vita in caso di infortunio, malattia, invalidità e vecchiaia, disoccupazione involontaria.
Gli inabili ed i minorati hanno diritto all‘educazione e all‘avviamento professionale. (Art.38)”

Le Politiche Sociali rappresentano l’insieme degli interventi e delle prestazioni sociali che Stato, Regioni e Comuni si impegnano a garantire ad ogni cittadino attraverso un articolato sistema di programmazione e finanziamento.
Il Distretto Socio-Sanitario 22 garantisce ai cittadini che risiedono nel territorio distrettuale interventi di assisstenza e cura sulla base dei bisogni manifestati.

Segretariato Sociale

Il segretariato sociale è uno spazio di ascolto, informazione e orientamento, in cui si realizza una prima lettura del bisogno manifestato dall’utente. Il segretariato è un servizio pubblico che legge il bisogno e orienta la domanda sociale verso i servizi opportuni. Il servizio costituisce livello essenziale delle prestazioni sociali e ha lo scopo di fornire all’utente le giuste informazioni per orientarlo verso ciò di cui necessita. I compiti assolti dal personale addetto al Segretariato Sociale attengono l’accoglienza, l’informazione, l’orientamento ed il pre-assessment. Il servizio assolve, inoltre, alla funzione di osservatorio sociale raccogliendo i dati sui bisogni del territorio.

Area Povertà

L’Assistenza Economica Straordinaria a seguito di dimissioni da Strutture Sanitarie Psichiatriche è un contributo economico straordinario una tantum in favore di soggetti in situazione di disagio economico da erogare al verificarsi di determinate circostanze impreviste ed eccezionali, che incidano sulle normali condizioni di vita del soggetto e/o del nucleo familiare, opportunamente valutate dal Servizio Sociale. Nella fattispecie il contributo è concesso a seguito di dimissione da Strutture Sanitarie Psichiatriche.
L’ Assistenza Economica Straordinaria per decesso, fatto delittuoso, abbandono e detenzione di un congiunto costituente l’unico sostentamento reddituale è un contributo economico straordinario una tantum in favore di soggetti in situazione di disagio economico da erogare al verificarsi di determinate circostanze impreviste ed eccezionali, che incidano sulle normali condizioni di vita del soggetto e/o del nucleo familiare, opportunamente valutate dal Servizio Sociale. Nella fattispecie il contributo è concesso per decesso, fatto delittuoso, abbandono e detenzione di un congiunto costituente l’unico sostentamento reddituale.
L’assistenza economica straordinaria per ospitalità e/o perdita dell’alloggio è un contributo economico straordinario “una tantum” in favore di soggetti in situazione di disagio economico da erogare al verificarsi di determinate circostanze impreviste ed eccezionali, che incidano sulle normali condizioni di vita del soggetto e/o del nucleo familiare, opportunamente valutate dal Servizio Sociale. Nella fattispecie il contributo è concesso per gravi esigenze abitative dovute alla perdita dell’alloggio a seguito di crollo, sfratto esecutivo, ordinanza di sgombero emessa dall’autorità competente. L’ammontare del contributo erogato riguarda le spese inerenti trasloco, locazione, allaccio utenze e spese pertinenti.

L’Assegno economico per servizi a favore della collettività è un contributo economico per soggetti e nuclei familiari in situazione di disagio a fronte di attività socialmente utili da svolgersi presso servizi comunali. L’attività di utilità sociale è organizzata per 4 ore giornaliere, per un massimo di 80 ore mensili, e il contributo economico è pari a € 400,00. Ogni beneficiario viene assegnato ad uno specifico servizio, in relazione alle proprie attitudini. Gli uffici di servizio sociale predispongono una turnazione dei beneficiari tra i vari servizi nel rispetto delle attitudini dei beneficiari.

Il bonus luce, gas e acqua, chiamato anche “bonus energia”, è una riduzione sul costo dei consumi energetici, applicato direttamente in bolletta, per le famiglie a basso reddito. E’ stato introdotto nel 2007 ed è reso operativo dall’autorità per l’energia in collaborazione con i Comuni su tutto il territorio.
Il Buono spesa è un contributo economico erogato per contrastare situazioni di difficoltà economiche tali da impedire il soddisfacimento dei bisogni ordinari inerenti l’acquisto di generi di prima necessità.
Il contributo economico straordinario per le spese funerarie è un intervento garantito ai soggetti indigenti che decedono presso le strutture ospedaliere pubbliche o private ubicate nel territorio comunale e che sono privi di assistenza familiare o appartengono a nuclei familiari in stato di disagio economico tale da non consentire di sostenere le spese funerarie, l’Ente comunale sostiene la spesa relativa all’acquisto della cassa funebre e al trasporto della salma dal luogo del decesso al cimitero comunale. Analogo intervento è previsto qualora il decesso avvenga presso l’abitazione del defunto.
Il Reddito di Inclusione è un contributo economico che prevede un’attivazione da parte del beneficiario sotto forma di partecipazione a tirocini formativi o professionalizzanti, assunzione di impegni per il raggiungimento di determinati obiettivi. Dal 6 marzo 2019 il REI è stato sostituito dal Reddito di Cittadinanza/Pensione di cittadinanza che è un contributo economico di integrazione al reddito corrisposto ai nuclei familiari che siano in possesso di determinati requisiti. Anche per il reddito di cittadinanza prevede l’assunzione di un impegno da parte del beneficiario che può consistere nella ricerca attiva del lavoro o nella sottoscrizione di un progetto personalizzato di inclusione sociale.

Area Anziani

Il ricovero presso una struttura residenziale è un intervento rivolto agli anziani soli che presentino profili di autosufficienza limitati e ai disabili gravi che non siano nelle condizioni di permanenza a casa. Il ricovero può avvenire per esplicita richiesta dei soggetti beneficiari o a seguito di segnalazione da parte di soggetti che siano a conoscenza del caso.
I servizi semi-residenziali rappresentano gli interventi per l’integrazione della terza età e vengono erogati attraverso la predisposizione di attività ricreative, di socializzazione e culturali presso i centri diurni. I centri diurni per anziani possono, inoltre, offrire servizi socio – assistenziali quali la fornitura di pasti o l’assistenza per la cura dell’igiene personale ed essere sede di servizi sanitari ambulatoriali.
Il Servizio di Assistenza Domiciliare aiuta l’anziano/a a conservare la propria autonomia facilitando la permanenza nella propria abitazione. L’anziano/a può usufruire dell’aiuto domestico, del disbrigo pratiche varie e di assistenza per la cura della persona e l’igiene. Il servizio può richiedere una compartecipazione alla spesa che varia in base al reddito familiare.
​L’assistenza domiciliare integrata è un servizio erogato a soggetti che presentino fragilità fisiche e/o psichiche. Il servizio è fruibile senza limitazioni di reddito o età e si propone come alternativo alla degenza ospedaliera con lo scopo di incentivare la permanenza a domicilio e alleggerire il lavoro di cura dei familiari. L’ADI mette insieme servizi medici infermieristici e servizi socio-assistenziali per la cura della persona sotto il profilo sanitario, dell’igiene personale e della somministrazione dei pasti. L’ADI è un servizio elargito gratuitamente, finanziato dal Servizio Sanitario Nazionale.
L’Home Care Premium è una misura erogata dall’Inps per l’assistenza domiciliare dei dipendenti e dei pensionati pubblici, dei loro coniugi e dei loro parenti e affini di primo grado, che siano non autosufficienti. Il beneficio viene rilasciato sotto forma di voucher che il beneficiario può spendere tra i servizi presenti nel territorio. La misura prevede un rimborso delle spese sostenute per la cura e l’assistenza della persona a domicilio.

Area Dipendenze

Gli interventi di formazione lavoro per soggetti svantaggiati si rivolgono ai soggetti con problematiche di dipendenze, in carico al Ser.T. dell’ASP di Enna, per i quali viene disposto un piano di intervento che prevede un affidamento alle cooperative sociali di tipo “B” accompagnato all’inserimento lavorativo del soggetto. L’intervento può sostanziarsi in attività di pubblica utilità, come la cura di parte del verde pubblico, o in interventi di manutenzione.

I servizi per le Tossicodipendenze (Ser.T.) sono servizi pubblici del sistema sanitario nazionale italiano predisposti per la cura, prevenzione e riabilitazione delle persone che hanno problemi conseguenti all’abuso e alla dipendenza da sostanze psicotiche come droghe, alcool o farmaci o dipendenze conseguenti a comportamenti compulsivi come il gioco d’azzardo patologico.

Area Disabilità

L’indennità di accompagnamento è una prestazione economica erogata a soggetti per i quali è stata riconosciuta un’invalidità fisica o psichica totale che necessitino di un accompagnatore, per potersi muovere in maniera autonoma, o per i quali è necessario un supporto nel compimento degli atti della vita quotidiana. L’indennità di accompagnamento viene erogata dall’Inps e prevede requisiti di età e di reddito.
L’assistenza domiciliare integrata è un servizio erogato a soggetti che presentino fragilità fisiche e/o psichiche. Il servizio è fruibile senza limitazioni di reddito o età e si propone come alternativo alla degenza ospedaliera con lo scopo di incentivare la permanenza a domicilio e alleggerire il lavoro di cura dei familiari. L’ADI mette insieme servizi medici infermieristici e servizi socio-assistenziali per la cura della persona sotto il profilo sanitario, dell’igiene personale e della somministrazione dei pasti. L’ADI è un servizio elargito gratuitamente, finanziato dal Servizio Sanitario Nazionale.
L’Assistenza Economica Straordinaria a seguito di dimissioni da Strutture Sanitarie Psichiatriche è un contributo economico straordinario una tantum in favore di soggetti in situazione di disagio economico da erogare al verificarsi di determinate circostanze impreviste ed eccezionali, che incidano sulle normali condizioni di vita del soggetto e/o del nucleo familiare, opportunamente valutate dal Servizio Sociale. Nella fattispecie il contributo è concesso a seguito di dimissione da Strutture Sanitarie Psichiatriche.
Le Borse di lavoro per disabili psichici vengono predisposte sottoforma di attività socialmente utili consistenti nella predisposizione di interventi volti a favorire l’inclusione sociale del disabile e il favorirne l’autonomia. Nel dettaglio tale azione si prepone nell’attivare percorsi di inclusione lavorativa, mirando al recupero del disagio mentale di quei soggetti presi in carico dal Centro di Salute Mentale (CSM) del Distretto D22 di Enna. Le attività previste includono la cura e manutenzione del verde pubblico, il disbrigo pratiche, il supporto al personale amministrativo e altre attività a sostengo dell’Organizzazione del Terzo Settore (coop. Sociali di tipo B o associazioni).
Il ricovero presso una struttura residenziale è un intervento rivolto agli anziani soli che presentino profili di autosufficienza limitati e ai disabili gravi che non siano nelle condizioni di permanenza a casa. Il ricovero può avvenire per esplicita richiesta dei soggetti beneficiari o a seguito di segnalazione da parte di soggetti che siano a conoscenza del caso.

Il Servizio di Assistenza Domiciliare aiuta l’anziano/a a conservare la propria autonomia facilitando la permanenza nella propria abitazione. L’anziano/a può usufruire dell’aiuto domestico, del disbrigo pratiche varie e di assistenza per la cura della persona e l’igiene. Il servizio può richiedere una compartecipazione alla spesa che varia in base al reddito familiare.

Il trasporto dei portatori di handicap viene garantito dal comune di residenza per i trasferimenti da casa alle strutture riabilitative e viceversa. Il servizio si sostanzia in un rimborso spese di trasporto che può essere corrisposto direttamente alle strutture riabilitativa se forniscono il servizio in maniera autonoma o alla famiglia che provvede al trasferimento.

Area Famiglia, Minori e Giovani

L’affido familiare è un istituto giuridico disciplinato dalla legge 184/83 disposto a favore del minore che vive una temporanea situazione di difficoltà familiare. Il minore viene affidato ad un nucleo diverso da quello di origine per un periodo di tempo limitato.
​L’Assegno al nucleo familiare è un contributo a sostegno della genitorialità che viene erogato alle famiglie con almeno 3 (tre) figli minori a carico. Per l’anno di riferimento, il cittadino interessato, deve trasmettere apposita richiesta entro il 31 Gennaio dell’anno successivo.
​L’assegno di maternità è un contributo economico concesso dai comuni ed erogato dall’INPS. Il contributo può essere erogato in presenza dei requisiti economici richiesti dalla legge e previa presentazione di istanza entro 6 mesi dalla data del parto, in assenza di trattamento previdenziale di maternità.
Il Bonus Figlio è un contributo economico sottoforma di bonus del valore di € 1.000,00 concesso ai bambini nati in Sicilia sulla base di parametri reddituali e criteri stabiliti annualmente dall’Assessorato Regionale della Famiglia.